I commenti sono off per questo post

Giorno del Signore 1

Domanda 1. Qual è il tuo unico conforto in vita e in morte?

Risposta. Che io, con il corpo e con l’anima [1], sia in vita sia in morte, non sono mio [2] ma appartengo al mio fedele Salvatore Gesù Cristo [3], il quale, con il suo prezioso sangue [4], ha dato piena soddisfazione per tutti i miei peccati [5], mi ha liberato da ogni potere del diavolo [6] e mi preserva [7] così che, senza la volontà del Padre mio che è nei cieli, neppure un capello possa cadermi dal capo [8]; sì, così che tutte le cose debbano cooperare per la mia salvezza [9]. Pertanto, per mezzo del suo Santo Spirito, egli mi assicura anche della vita eterna [10] e mi rende di cuore volenteroso e pronto, d’ora innanzi, a viver per lui [11].

1 I Corinzi 6:19-20.
2 Romani 14:7-9.
3 I Corinzi 3:23.
4 I Pietro 1:18-19.
5 I Giovanni 1:7.
6 I Giovanni 3:8; Ebrei 2:14-15.
7 Giovanni 6:39; Giovanni 10:28-29.
8 Luca 21:18; Matteo 10:30.
9 Romani 8:28.
10 II Corinzi 1:22; II Corinzi 5:5.
11 Romani 8:14; Romani 7:22.

Domanda 2. Quante cose devi conoscere per vivere e morire felicemente con questo conforto? Risposta. Tre cose [1]: primo, quanto sono grandi il mio peccato e la mia miseria [2]; secondo, in che modo sono redento del tutto dai miei peccati e dalle mie miserie [3]; terzo, in che modo devo essere grato a Dio per tale redenzione [4].

1 Luca 24:47.
2 I Corinzi 6:10-11; Giovanni 9:41; Romani 3:10; Romani 3:19.
3 Giovanni 17:3.
4 Efesini 5:8-10.